Un'altra donna transgender colpita a Dallas

Polizia di Dallas / Via youtube.com

Un'altra donna transgender è stata colpita e ferita venerdì a Dallas, l'ultima di una serie di aggressioni contro persone transgender in città negli ultimi anni.



La 35enne transgender latina, che non è stata nominata dalle autorità, è stata colpita più volte al petto e al braccio quando un tiratore ha aperto il fuoco intorno alle 23:00. ora locale, ha detto la polizia in a dichiarazione . Successivamente è stata ricoverata in ospedale con lesioni gravi.

Le autorità non sono state in grado di parlare con la vittima per due giorni a causa delle sue ferite, ma successivamente hanno iniziato a indagare sull'incidente come crimine d'odio dopo che la donna ferita ha detto che l'assassino le ha urlato insulti prima di aprire il fuoco.



Martedì sera tardi, la polizia ha annunciato di aver individuato un sospetto: il 29enne Domingo Ramirez-Cavente.



Dopo essere stato inizialmente arrestato con l'accusa di traffico stradale, ha ammesso durante un colloquio con gli investigatori di aver sparato alla vittima.

Secondo un affidavit di arresto, Ramirez-Cavente ha sparato alla sospettata mentre aspettava alla fermata dell'autobus. Poco prima, si era avvicinato a lei con il suo furgone, ma lei aveva detto che se ne era andata quando 'ha iniziato a parlare in modo dispregiativo di persone gay e transgender'.

Guarda questo video su YouTube

youtube.com



La sparatoria arriva dopo che diverse donne transgender di colore sono state vittime di gravi aggressioni in città, quattro delle quali hanno provocato la morte negli ultimi due anni.

Solo nel 2019, Muhlaysia Booker, 23 anni, è stata trovata mortalmente colpita a maggio. Solo due mesi dopo, Chynal Lindsey, 26 anni, è stata uccisa a pochi chilometri da dove è stato scoperto Booker.

Muhlaysia Booker / Facebook

Muhlaysia Booker, ucciso a colpi di arma da fuoco a Dallas a maggio.



La violenza ha spinto l'attivista trans di Dallas Krista Bagley a esortare i suoi fratelli e sorelle a condividere la loro identità solo con persone di cui si fidano o comunque a tenere la bocca chiusa.

Bagley, una donna transgender afroamericana di 29 anni, ha affermato di sentirsi in conflitto per aver avvertito le persone di rivelare la propria identità di genere, avendo sostenuto con forza in passato che le persone celebrassero la loro identità trans.

Voglio solo assicurarmi che i miei fratelli e le mie sorelle siano protetti al massimo, ha detto Bagley in un'intervista telefonica con estilltravel News, aggiungendo che personalmente si sente insicura.

La violenza nel 2019 ha anche ispirato le persone transgender a riunirsi a Dallas, secondo Leslie McMurray, coordinatrice di educazione e advocacy transgender presso Resource Center, un gruppo di advocacy LBGTQ locale.

Le persone non vivono nella paura; è più, come, 'incazzarsi', ha detto McMurray, 61 anni, a estilltravel News in un'intervista telefonica.

McMurray, che è bianca, ha affermato di ritenere Dallas generalmente sicura per le persone LGBTQ, tranne quando si tratta di protezione contro i crimini d'odio. Ha detto che la comunità trans spera che i responsabili delle violenze siano assicurati alla giustizia.

Attualmente, il mandato del Texas per i crimini d'odio non include aggressioni contro individui transgender. Le indagini che portano a un crimine d'odio dovrebbero essere perseguite secondo la legge federale.

Interrogato sull'incidente di venerdì, un portavoce del dipartimento di polizia di Dallas ha detto a estilltravel News che stanno lavorando con partner federali perché un'arma mortale è stata utilizzata nell'aggressione criminale e quindi è coperta dallo statuto federale.

A febbraio, i legislatori dello stato del Texas hanno introdotto un fattura che aumenterebbe la pena detentiva per chiunque commetta crimini contro qualcuno sulla base del genere.

Ma McMurray non è ottimista sul fatto che il disegno di legge passerà, incolpando in parte ciò che ha descritto come esitazione nella legislatura statale guidata dai repubblicani.

Il messaggio generale dal Texas... è che le vite transgender non contano, ha detto. Se questo messaggio è che non ci importa, allora le nostre vite sono viste come usa e getta.

AGGIORNARE

25 settembre 2019, alle 13:35

Questo post è stato aggiornato con la notizia dell'arresto di Ramirez-Cavente.

Violenza transgender di Dallas

  • Le donne transgender nere a Dallas sono preoccupate che verranno uccise dopoLauren Strapagiel 28 maggio 2019