La partecipazione del capo di AOL nella società ora vale $ 280 milioni

Toby Melville / Reuters

AOL ha avuto un solo capo da quando è stata scorporata sulla scia della disastrosa fusione con Time Warner del 1999: Tim Armstrong.



L'ex dirigente di Google è stato ritenuto responsabile di tutto ciò che AOL ha fatto e non ha fatto da quando è diventata una società indipendente nel 2010: versare denaro in Patch e poi decimarlo, acquistare ilHuffington Post, combattendo una battaglia per procura con l'hedge fund Starboard Value, licenziando un dipendente durante una teleconferenza aziendale e intrattenendo costanti speculazioni sul futuro dell'azienda.

Per tutto il tempo, ha costantemente costruito la propria partecipazione personale nella società che è così completamente identificata con lui, principalmente attraverso la sua paga basata su azioni, ma anche investendo molto del proprio denaro.



Nel 2010, Armstrong possedeva poco più di 1 milione di azioni di AOL, circa l'1% della società. Oggi controlla oltre 5,5 milioni di azioni, comprese le opzioni, che al prezzo odierno di 50,52 dollari valgono 280 milioni di dollari. Questo è in aumento rispetto alle partecipazioni del valore di $ 27,5 milioni nel marzo 2010.



Ha acquistato in modo aggressivo azioni AOL: dopo che le azioni della società sono diminuite in seguito all'acquisto del 2011 delHuffington Post, ArmstrongAcquisizione di AOL . da parte di Verizondà ad Armstrong un chiaro senso del suo futuro alla guida di AOL all'interno di una società ben capitalizzata che vuole sia il video che il contenuto che AOL produce, insieme alla tecnologia pubblicitaria necessaria per trarne profitto.

Sarebbe stato molto diverso se AOL avesse perseguito la tanto discussa, tanto negata e incoraggiata combinazione di hedge fund con Yahoo. Lì, Armstrong avrebbe dovuto affrontare la forte concorrenza interna di tutta una serie di dirigenti la cui pubblicità, tecnologia pubblicitaria e attività dei media si sovrapponevano alla sua.

Con Verizon, ottiene un'azienda che dispone di Internet ad alta velocità e pipe di dati e clienti che desiderano video su telefoni, TV e computer. 'L'interesse principale riguardava la piattaforma di tecnologia pubblicitaria che Tim Armstrong e il suo team hanno realizzato con un lavoro davvero eccezionale', ha dichiarato oggi il vicepresidente esecutivo di Verizon, John Stratton, durante una conferenza.



La grande domanda che rimane per AOL e Armstrong non è la sua destinazione finale, ma la sua composizione finale. Fonti hanno detto a estilltravel News martedì che la società èprobabilmente manterrà alcune delle sue ben note proprietà dei media, compresi i siti tecnologiciEngadgeteTechCrunch. Ma ilHuffington Post, la sua più grande e costosa incursione nel settore dei contenuti, potrebbe essere scorporata.

Ri/codificaha riferito martedì che la società era in trattative prima dell'annuncio dell'accordo con Verizon per Verizon probabilmente manterrà TechCrunch ed Engadget

estilltravel.com

Verizon acquista AOL per $ 4,4 miliardi

estilltravel.com