Il secondo candidato di Donald Trump per il segretario del lavoro sta tranquillamente costeggiando

Vinci Mcnamee / Getty Images

Il suo predecessore è stato il primo e unico candidato al governo Trump ad andare in fumo, ma Alexander Acosta, la seconda scelta del presidente come segretario del lavoro, sta attirando l'attenzione di un albero che cade in una foresta deserta.



È stata una conferma di basso profilo per l'allume dell'amministrazione Bush, sin da quando l'annuncio della sua nomina a metà febbraio è stato oscurato da ciò che è immediatamente seguito. di Donald Trumpprima conferenza stampa da presidenteiniziava con 'Volevo solo iniziare dicendo che il candidato alla carica di segretario del Dipartimento del Lavoro sarà il signor Alex Acosta', ma in pochi minuti si era spostato su 'la stampa onestamente è fuori controllo'. Il livello di disonestà è fuori controllo.'

L'ora successiva fu altrettanto rauca. I titoli alla fine della giornata non riguardavano Acosta, e da allora è rimasto per lo più così.



Guarda questo video su YouTube

youtube.com



Acosta è rimasta sotto il radar nelle ultime settimane grazie in gran parte al fatto che così pochi sembrano aver acceso il radar in primo luogo. Ha schivato il Trattamento Bloomberg con piega centrale che il CEO di fast food Andy Puzder ha ricevuto pochi giorni prima di ritirare la sua nomina. La resistenza organizzata che ha perseguitato e sconfitto Puzder - e che ha quasi finito il segretario all'Istruzione Betsy DeVos - non si è materializzata.

È tranquillo là fuori per Alex Acosta.

Quindi era vero che la sua udienza al Senato mercoledì mattina non è stata solo messa in ombra da notizie più importanti: era praticamente invisibile nel panorama dei media, in un giorno che ha caratterizzato anche una feroce battaglia sulla politica sanitaria sulla collina, udienze per un Candidato alla Corte Suprema, un altro round del dramma Trump-Russia-Intelligence e un attacco terroristico al di fuori del Parlamento britannico.



Come tutto ciò che è successo, Acosta si è attenuto attentamente a un copione anonimo e l'audizione del Senato, scarsamente frequentata, non ha prodotto quasi nulla di rilevante.

'Il presidente ha ordinato a ciascun funzionario di gabinetto di rivedere tutte le regole e decidere se eventuali regole debbano essere riviste', ha detto ripetutamente il candidato in varie iterazioni, quando gli è stato chiesto dei suoi piani se dovesse essere confermato. 'Sulla base di quell'azione esecutiva, non posso prendere un impegno'.

Acosta raramente si è spostato da quella posizione per gran parte delle tre ore di udienza, con il preside della facoltà di legge ed ex procuratore federale che ha rifiutato di prendere una posizione forte su una serie di argomenti scottanti che saranno presi in considerazione durante l'amministrazione Trump. Molte di queste questioni politiche riguardano l'attuazione delle norme sul lavoro dell'era Obama: la soglia salariale alla quale i lavoratori dovrebbero guadagnare lo straordinario; la norma fiduciaria che disciplina i consulenti finanziari; e norme sulla protezione dei lavoratori dalla silice, una polvere velenosa.



Era impegnato in una posizione non impegnativa su tutti loro.

Acosta ha anche sottolineato l'autorità degli stati nella definizione della politica sul posto di lavoro, comprese le regole controverse che consentono ad alcuni lavoratori di essere pagati al di sotto del salario minimo. A un certo punto, quando è stato spinto a prendere una posizione più chiara, Acosta ha dichiarato: 'Non credo che nessun segretario di gabinetto possa prendere impegni, perché alla fine hai un capo'.

'Questo è ciò che mi preoccupa', ha risposto la senatrice democratica Patty Murray di Washington, membro di rango della commissione per la salute, l'istruzione, il lavoro e le pensioni del Senato.

Vinci Mcnamee / Getty Images

Una posizione che Acosta ha preso è stata sulla definizione di 'datore di lavoro congiunto' - una relazione contrattuale che il Dipartimento del lavoro dell'era Obama aveva cercato di definire in senso ampio per includere le grandi società il cui personale in prima linea è impiegato direttamente da un proprietario di franchising locale. La lotta congiunta dei datori di lavoro si è concentrata sulle catene di fast food come McDonald's, che insiste sul fatto che non ha obblighi legali nei confronti delle pinne di hamburger nei suoi ristoranti.

Quando è stato pressato, Acosta ha affermato di sostenere la definizione più vecchia e 'tradizionale' rispetto a quella più recente e ampliata, che minacciava di portare controversie sul salario minimo e sulle norme sulla sicurezza dei lavoratori direttamente alle porte delle gigantesche attività di fast food.

I gruppi imprenditoriali e i repubblicani del Senato si dicono contenti di Acosta e della sua prestazione di mercoledì. 'Si è rivelato intelligente, abile e un individuo che farà rispettare le leggi sui libri, non perseguire un'agenda politica', ha detto Trey Kovacs, che si concentra sulla politica del lavoro presso il Competitive Enterprise Institute di destra.

David French, vicepresidente senior presso la National Retail Federation, ha scritto che Acosta sarebbe 'un leader efficace e pragmatico presso il Dipartimento del Lavoro', mentre Matt Haller, vicepresidente senior presso l'International Franchise Association, ha affermato che Acosta 'ha mostrato la giusto equilibrio necessario per proteggere gli interessi dei dipendenti e dei datori di lavoro.'

I proprietari di franchising in tutto il paese stanno affrontando una grande incertezza normativa a causa del relitto creato dal Dipartimento del lavoro fuori controllo della precedente amministrazione', ha detto Haller a estilltravel News. 'A seguito dell'udienza di oggi, speriamo che ci sarà un sostegno bipartisan per la sua nomina al Senato degli Stati Uniti, in modo che un nuovo segretario del lavoro possa affrontare le questioni normative che devono affrontare il modello di franchising il più rapidamente possibile'.

Vinci Mcnamee / Getty Images

Anche i principali repubblicani hanno applaudito. Il senatore del GOP Marco Rubio della Florida lo ha definito 'una scelta eccezionale' con 'un record di servizi pubblici per il nostro stato e il nostro paese' e il senatore repubblicano Ted Cruz del Texas ha affermato che era 'qualcuno che combatterà per i lavoratori e donne di questo paese».

Ma non tutti i gruppi conservatori o economici sono stati così pronti a lodare il candidato. Richard Berman, il direttore esecutivo del Center for Union Facts, in genere un sostenitore degli interessi del management e dell'industria, ha rifiutato di commentare l'audizione.

E i Democratici al Senato rimangono poco convinti.

Sono sollevato che la nostra udienza di oggi non sia stata con Andrew Puzder, ma ciò non significa che il nuovo standard sia 'non Puzder', ha scritto il senatore Murray in una dichiarazione inviata via e-mail a estilltravel News. 'I lavoratori hanno chiarito molto chiaramente che vogliono qualcuno in questo ruolo che difenda i loro diritti e sia un avvocato all'interno di questa amministrazione e, sfortunatamente, l'udienza ha solo aumentato la mia preoccupazione sul fatto che Alexander Acosta sia davvero disposto ad assumere quel ruolo.

Verso la fine del suo interrogatorio, la senatrice democratica Elizabeth Warren ha espresso preoccupazioni simili.

'Se non puoi dare loro risposte dirette sulle tue opinioni su questo', ha detto, 'e ti impegni a difendere i lavoratori su queste questioni ovvie e molto importanti, allora non ho alcuna fiducia che tu sia la persona giusta per il lavoro.'