Elizabeth Warren si è posta l'obiettivo di ridurre dell'80% le morti per arma da fuoco

Alex Edelman/AFP/Getty Images

DES MOINES — Una settimana dopo che le sparatorie di massa in Texas e Ohio hanno ucciso 32 persone, Elizabeth Warren ha promesso di fissare l'obiettivo di ridurre le morti per arma da fuoco nel paese dell'80% attraverso una serie di azioni esecutive e legislative, da un divieto di armi d'assalto a più ambiziose misure che impongano restrizioni radicali alla vendita di armi da fuoco, limitando gli acquisti a una pistola al mese e creando un sistema di licenza federale per l'acquisto di qualsiasi tipo di arma da fuoco o munizione.



Warren ha pubblicato una lunga lista di piani politici nei suoi sette mesi come candidata presidenziale, ma la proposta di sabato è la sua prima sul tema della violenza armata in America. È stato preparato dalla sua campagna sulla scia delle sparatorie mortali della scorsa settimana a El Paso, Texas, e Dayton, Ohio, e prima di un forum organizzato qui questo fine settimana dal gruppo di controllo delle armi Everytown for Gun Safety.

Nel 2017, quasi 40.000 persone sono morte a causa delle armi da fuoco negli Stati Uniti, ha scritto il senatore del Massachusetts in un post di Medium che illustra il piano. Il mio obiettivo come presidente e il nostro obiettivo come società sarà ridurre tale numero dell'80%. Forse non sappiamo ancora come arrivarci. Ma inizieremo implementando soluzioni che crediamo funzioneranno.



Molto di ciò che Warren sta proponendo è già stato presentato da altri candidati. Il piano del senatore Cory Booker, pubblicato all'inizio di maggio, è incentrato su un programma di licenza federale per i proprietari di armi; Il piano della senatrice Kamala Harris, pubblicato alla fine di aprile, propone di fare il giro del Congresso attraverso un'azione esecutiva su cose come chiudere la scappatoia del fidanzato, che consente alle persone che commettono violenza domestica di acquistare o possedere armi se non sono sposate con il proprio partner.



Il campo democratico non è unificato su queste idee: all'inizio di quest'estate, l'ex vicepresidente Joe Biden si è chiesto quanto sarebbe utile un programma federale di licenza per le armi, dire ai giornalisti 'la licenza delle armi non cambierà se le persone comprano o meno quali armi.'

Warren, che si è unito a Booker nel chiamare per l'abrogazione di una legge del 2005 che protegge i produttori dalla responsabilità quando le loro armi da fuoco sono utilizzate in crimini, ha anche chiesto un nuovo diritto di azione privato che consenta ai sopravvissuti di sparatorie di massa di citare in giudizio i produttori per danni compensativi.

I produttori di armi guadagnano miliardi vendendo consapevolmente prodotti mortali, ha detto Warren nella sua proposta. Quindi vengono completamente liberati dai guai quando le persone prendono quei prodotti mortali e infliggono danni a migliaia di vittime ogni anno.



Warren, proprio come il senatore Bernie Sanders nelle sue crociate contro aziende come McDonald's, Walmart e Amazon, è veloce nell'intraprendere scontri con le principali società come parte del suo passo sulla campagna elettorale per un grande cambiamento strutturale. Venerdì ha invitato Walmart, uno dei più grandi rivenditori di armi al mondo, a smettere di vendere armi da fuoco, indicando la decisione di CVS nel 2014 di interrompere la vendita di sigarette.

Walmart – il cui negozio molto trafficato a El Paso, al confine tra Stati Uniti e Messico, è stato il luogo della sparatoria la scorsa settimana – continua a vendere armi ma di recente istruito dipendenti per rimuovere le immagini violente dalle vetrine del negozio, inclusi i reparti di videogiochi e caccia.

Le armi che vendono stanno uccidendo i propri clienti e dipendenti. Nessun profitto vale quelle vite, ha detto in una serie di tweet. Fai la cosa giusta: smetti di vendere armi.



Il piano Warren include anche una tassa più alta su armi e munizioni, $ 100 milioni in finanziamenti federali per la ricerca sulla sicurezza delle armi e uno studio in corso sull'effetto delle leggi sul controllo delle armi per vedere cosa sta funzionando e inviare proposte di riforma aggiornate al Congresso su base annuale.

Come presidente, ha detto, avrebbe emanato nuove leggi sulle armi entro i suoi primi 100 giorni in carica.

Maggiori informazioni sul controllo delle armi

  • Cory Booker vuole far ottenere licenze ai proprietari di armiRyan C. Brooks 6 maggio 2019
  • Kamala Harris dice che prenderà il controllo delle armi nelle sue mani come presidente se il Congresso non agisceMolly Hensley-Clancy 23 aprile 2019
  • Il Congresso ha cercato di approvare le leggi sul controllo delle armi dopo le grandi sparatorie di massa. Ecco come hanno fallito.Paul McLeod 5 agosto 2019