La campagna di Elizabeth Warren sta dicendo ai principali sostenitori di ridurre l'escalation della lotta con Bernie Sanders

Justin Sullivan/Getty Images

CLIVE, Iowa — La campagna di Elizabeth Warren sta dicendo ai principali sostenitori online che il loro obiettivo è la riduzione dell'escalation e avvertendo i sostenitori di non accusare Bernie Sanders di sessismo, segnalando il desiderio di voltare pagina da una storia che ha provocato una spaccatura tra due alleati di lunga data, e all'interno della comunità progressista, su questioni di genere ed eleggibilità.



Lunedì sera, circa cinque minuti dopo che Warren ha rilasciato una dichiarazione che lo confermava ricorda che Sanders le aveva detto in un incontro privato in cui non credeva che una donna potesse vincere nel 2020, uno dei funzionari della campagna di Warren ha consigliato ai sostenitori in una grande chat di gruppo pro-Warren su Twitter che il loro prossimo passo sarebbe stato quello di ridurre lo scontro. Re: dove andiamo da qui — il nostro obiettivo è ridurre l'escalation e concentrarci sui nostri obiettivi condivisi, ha scritto lo staff al gruppo, secondo gli screenshot della chat.

La mattina dopo, ore prima che Warren e Sanders dovessero affrontare il conflitto a Des Moines al dibattito democratico di martedì, il funzionario della campagna ha dato seguito a mettere in guardia i sostenitori dall'accusare Sanders di sessismo, dicendo che la linea di interrogatorio sarebbe davvero una brutta notizia per noi .



Farei attenzione all'angolazione del 'sessismo' quando si tratta dello scambio Bernie/Warren individualmente - non è di questo che si tratta e penso che sarebbe davvero una brutta notizia per noi se questo diventasse ciò di cui si tratta (cioè la stampa che chiede lei se pensa che Bernie sia sessista), lo staff ha detto al gruppo. È di questo che si tratta in senso lato? Assolutamente. Ma nessuno qui sta effettivamente affermando che lo stesso Bernie sia sessista (indipendentemente dalle tue convinzioni personali su questo argomento).



Warren ha caratterizzato l'incontro privato del dicembre 2018 nella sua dichiarazione come un semplice scambio: pensavo che una donna potesse vincere; non era d'accordo. Sanders e i suoi consiglieri hanno ripetutamente affermato che questo account è falso e che ha solo sottolineato che Trump avrebbe usato il genere contro una candidata. Quello che ho detto quella notte è che Donald Trump è un sessista, un razzista e un bugiardo che avrebbe usato come arma tutto ciò che poteva, ha detto Sanders quando la storia è stata riportata per la prima volta dalla CNN e prima che Warren stessa lo confermasse.

A un certo punto in un lungo messaggio diretto al gruppo Twitter martedì mattina, la descrizione della controversia dello staff di Warren si è avvicinata più alla descrizione di Sanders che a quella di Warren. Affermare che sei preoccupato che una donna non possa vincere / segnalare che riceverà attacchi sessisti è qualcosa che molte, molte persone sentono, ha scritto il funzionario della campagna.

La distinzione è diventata un nodoso punto di conflitto in una controversia che tocca le reali preoccupazioni degli elettori dell'Iowa sul sessismo, un'elezione generale contro un candidato come Donald Trump e se il paese è pronto per eleggere un presidente donna.



Jeff Weaver, uno dei migliori consiglieri per la campagna di Sanders, ha anche suggerito che la campagna di Sanders non voleva continuare la lotta. Non entreremo in questo tit-for-tat', ha detto alla CNN lunedì sera.

Sanders e Warren, ha detto, 'hanno un grande rispetto l'uno per l'altro, stanno combattendo per molti degli stessi obiettivi, di nuovo, c'erano alcuni fili incrociati apparentemente su questa storia.

Chiesto di commentare la mossa per ridurre l'escalation, il direttore delle comunicazioni di Warren, Kristen Orthman, ha indicato la dichiarazione del candidato lunedì sera che chiama Sanders un amico e un alleato di lunga data. Bernie e io abbiamo molto più in comune delle nostre divergenze sulla sapienza, ha detto Warren.



Ci sono altri segnali che Warren vuole andare oltre la storia.

L'ex segretario per l'edilizia abitativa Julián Castro, un surrogato di Warren che è stato uno dei cani da attacco più aggressivi delle primarie democratiche del 2020, ha fatto tutto il possibile per evitare il conflitto quando si è messo davanti alle telecamere martedì a un calcio d'inizio qui a Clive, Iowa.

Castro ha detto che credeva a Warren, ma non aveva critiche per Sanders.

Non credo che ci sia un attacco in corso, ha detto Castro ai giornalisti. Non la vedevo affatto così.

Il senatore Warren e il senatore Sanders sono amici da molto tempo; si conoscono bene; entrambi hanno condotto campagne rispettose, ha detto. Credo in Elizabeth e so che sta conducendo una campagna che sta ispirando molte persone. Lo sono entrambi.

A Washington, i leader progressisti che ammirano sia Warren che Sanders come icone del loro movimento hanno lanciato un appello pubblico affinché i due smettessero di combattere. @BernieSanders e @ewarren, un gruppo di sinistra, Democracy for America, hanno twittato, entrambi siete campioni progressisti e il nostro movimento ha bisogno di vedervi lavorare insieme per sconfiggere i vostri avversari Dem aziendali, non attaccarvi a vicenda.

All'evento di propaganda a Clive, alcuni dei sostenitori più devoti di Warren hanno anche affermato di non voler vedere un conflitto tra i due candidati. Non è qualcosa di cui vogliamo parlare, ha detto Taylor Larich, un volontario di Warren di 21 anni della vicina Waukee.

Alcuni dubitavano che lo scambio fosse avvenuto esattamente come descritto.

Ho difficoltà a crederci - che lo direbbe, ha detto Devon McClurken, un direttore della fede della chiesa a West Des Moines che ha detto che Warren è stata la sua scelta numero uno nelle elezioni. Apprezzo le politiche [di Sanders]. Apprezzo tutto ciò che ha fatto durante tutta la sua carriera.

È una tale distrazione, ha detto Heidi Baker, una sostenitrice di Warren di Clive. Mentre quei due stanno combattendo, avrai persone come Biden, che è già in vantaggio nei sondaggi: quei due devono smetterla e concentrarsi sulla loro campagna.

È ridicolo. Quasi non voglio crederci, disse Baker.

Altro su Warren e Sanders