George Zimmerman avrebbe preso a pugni in faccia dopo essersi vantato di aver sparato a Trayvon Martin

Joe Burbank / AP

George Zimmerman, l'uomo che ha ucciso a colpi di arma da fuoco l'adolescente disarmato della Florida Trayvon Martin, ha detto di essere stato preso a pugni in faccia domenica dopo che i testimoni hanno affermato che si era vantato di aver ucciso il diciassettenne.



L'alterco ha avuto luogo domenica sera al Gators Riverside Grille a Sanford, in Florida, la stessa città in cui Zimmerman ha fatto notizia a livello internazionale nel 2012.

I resoconti dei testimoni differiscono su quello che è successo esattamente, ma Zimmerman era al ristorante con un amico quando ha detto di essersi complimentato per i tatuaggi di un altro uomo.



Una donna al tavolo ha detto alla polizia che Zimmerman ha detto: 'Ehi, mi piacciono i tuoi tatuaggi razzisti', secondo un rapporto dell'ufficio dello sceriffo della contea di Seminole. Il proprietario del ristorante più tardi George Zimmerman trovato non colpevole

estilltravel.com



George Zimmerman vende la pistola usata per uccidere Trayvon Martin per 250.000 dollari

estilltravel.com