Ecco cosa sappiamo dell'uomo polacco ucciso nell'attacco al camion di Berlino

Forza / PA

Ariel Zurawski, proprietario di un'azienda di trasporti polacca, mostra l'ultima foto scattata a suo cugino, Lukasz Urban.



Il camionista polacco ritrovato sparato e accoltellato Lukasz Urban, 37 anni, nella cabina dell'autocarro utilizzato in quello che il cancelliere tedesco Angela Merkel ha definito un 'attacco terroristico'.

Urban era a un certo punto al volante del camion che è esploso in un mercatino di Natale a Berlino lunedì sera, uccidendo 12 persone e ferendone 48. Lavorava per la società che possedeva il veicolo.

Urban lascia una moglie e un figlio di 18 anni. Il primo ministro polacco Beata Szydlo ha affermato che è 'con dolore e tristezza che abbiamo ricevuto l'informazione che la prima vittima di questo atroce atto di violenza è stato un cittadino polacco'.



Tobias Schwarz/AFP/Getty Images

Le autorità tedesche hanno chiesto ad Ariel Zurawski, il proprietario dell'azienda di camion e cugino di Urban, di identificare il suo parente. «Il suo viso era gonfio e sanguinante. Era davvero chiaro che stava combattendo per la sua vita', ha detto Zurawski, aggiungendo in seguito che Urban 'era nel posto sbagliato al momento sbagliato',Il guardiano segnalato .



Zurawski ha detto che il camion, che trasportava 25 tonnellate di acciaio, potrebbe essere stato dirottato, secondo TVN 24 affiliata alla CNN.

'Credo che non rinuncerebbe al veicolo e lo difenderebbe fino alla fine se fosse attaccato', ha detto il manager della società, Lukasz Wasik, nei commenti al canale statale polacco TVP.

Il manager della compagnia di autotrasporti ha anche definito Urban 'buono', 'tranquillo' e una 'persona onesta e dedita al suo lavoro'.

Forza / PA



Si ritiene che Urban sia arrivato a Berlino lunedì mattina, prima del previsto, e abbia tentato di consegnare il suo carico di 25 tonnellate, ma sia stato respinto da ThyssenKrupp, un'azienda siderurgica tedesca, a causa della mancanza di spazio, secondoIl guardiano. A Urban fu detto di tornare il giorno seguente.

Zurawski ha ricordato ai giornalisti che a un certo punto suo cugino lo aveva chiamato e ha detto che voleva un panino al kebab. Zurawski ha mostrato ai giornalisti una foto di Urban presa dalle telecamere di sorveglianza di un negozio di kebab.

Zurawski ha anche detto che suo cugino ha definito l'area intorno al magazzino uno 'strano quartiere' che conteneva solo tedeschi che erano dipendenti di ThyssenKrupp, secondoIl guardiano. Non si sa molto di dove si trovi Urban dopo aver lasciato il magazzino, che si trova a pochi chilometri dal mercato.



Secondo Zurawski, la moglie di Urban stava tentando di rispondere a una chiamata che le aveva fatto prima, ma il telefono continuava a squillare.

Il telefono era solo muto, silenzioso. Avrebbe dovuto rispondere se era in pausa, in particolare se sua moglie stava chiamando,Il guardianoha detto Zurawski ha detto al canale polacco TVP.

Zurawski ha poi ricordato di aver visto il GPS dell'autobus, che è stato in grado di monitorare in Polonia, che mostrava schemi di guida insoliti, 'come se qualcuno stesse imparando a guidare', intorno alle 15:45.

Poco dopo le 20:00, l'autobus è entrato nell'affollato mercatino di Natale di Breitscheidplatz.