Il delegato di Hillary Clinton supervisionerà un audit delle elezioni primarie di New York

Jason Carter Rinaldi/Getty Images

Il controllore di New York City Scott M. Stringer nel 2014.



Il controllore di New York City, che sta controllando il consiglio elettorale locale doporapportidelle questioni di voto nelle elezioni primarie di martedì, è anche un delegato democratico per Hillary Clinton.

Scott M. Stringer ha scritto a lettera ieri a Michael Ryan, direttore esecutivo del consiglio elettorale di New York City, informandolo dell'audit. La lettera citava rapporti di elettori eliminati dalle liste di voto, seggi elettorali chiusi e macchine rotte, tra le altre questioni.



Stringer ha espresso profonda preoccupazione per le diffuse segnalazioni di problemi e irregolarità del sito di sondaggio nella lettera. Anche il procuratore generale dello Stato di New York Eric T. Schneiderman ha detto mercoledì che sta aprendo un'indagine sul consiglio.



Stringer ha anche vinto martedì una posizione di delegato nazionale democratico nel decimo distretto del Congresso - che copre il West Side di Manhattan e parti di Brooklyn - ed è sostenere Clinton . Stringer ha ricevuto il 10,31% dei voti, più di qualsiasi altro delegato del distretto, secondo le ultime risultati elettorali .

In un'intervista con estilltravel News, Stringer ha affermato di comprendere come alcuni elettori privi di diritti vedranno l'audit del suo ufficio come un potenziale conflitto di interessi.

Capisco che le persone sentiranno che questo processo li ha privati ​​dei loro diritti e diffideranno di chiunque faccia anche parte dell'establishment politico, ha detto Stringer.



Non sto controllando i risultati delle elezioni. Stiamo controllando la gestione dell'agenzia che conduce le elezioni, ha detto Stringer, riferendosi al consiglio elettorale.

Le nostre verifiche sono al di sopra della politica, ha aggiunto, dicendo che un ufficio e uno staff separati condurranno le indagini.

Se troviamo problemi che mi richiedono di ricusare me stesso, lo farò, ha aggiunto Stringer.



Ryan, A proposito di mercoledì a un affiliato Fox locale, ha detto, nessuno è stato privato dei propri diritti. Le campagne di Sanders e Clinton non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento. Il Board of Elections di New York City non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

Dick Dadey, direttore esecutivo della Citizens Union, un gruppo di buon governo apartitico, ha affermato di non credere che la posizione di Stringer come delegato di Clinton possa influenzare la sua revisione.

I funzionari eletti hanno molti collegamenti con altri funzionari eletti, nonché responsabilità come funzionari pubblici, quindi ci sono sempre collegamenti. Ciò non significa necessariamente che sorga un conflitto di interessi, ha detto Dadey.

Anche il sindaco di New York Bill de Blasio, che ha appoggiato Hillary Clinton nell'ottobre 2015, ha emesso un dichiarazione Martedì condannando l'epurazione degli elettori dalle liste di voto e ha aggiunto il suo sostegno all'audit del controllore.

Ci è stato riferito dagli elettori e dagli osservatori dei diritti di voto che le liste di voto a Brooklyn contengono numerosi errori, inclusa l'eliminazione di interi edifici e blocchi di elettori dalle liste di voto, ha affermato de Blasio nella sua dichiarazione. La percezione che numerosi elettori possano essere stati privati ​​dei propri diritti mina l'integrità dell'intero processo elettorale e deve essere risolta'.

Martedì sera, la hotline degli elettori di Schneiderman ha ricevuto oltre 560 chiamate e 140 e-mail che citano problemi ai sondaggi. Durante le elezioni generali del 2012, il procuratore generale ha ricevuto 150 denunce in totale.

Mercoledì, Schneiderman ha twittato uno screenshot di una dichiarazione che annunciava che il suo ufficio aprirà anche un'indagine su presunte irregolarità nel voto di ieri del consiglio elettorale di New York City.

Martedì, durante una manifestazione in Pennsylvania, Bernie Sanders ha criticato le questioni relative al voto, facendo riferimento a Brooklyn, dove il WNYC ha riferito che più di 120.000 elettori democratici sono stati eliminati dalle liste di voto.

È assurdo che a Brooklyn, New York – dove sono nato, in realtà – decine di migliaia di persone, per quanto ho capito, siano state eliminate dalle liste elettorali, ha detto Sanders.