Come Donald Trump ha lanciato una nuova età dell'oro per la TV via cavo

Mandel Ngan/AFP/Getty Images

Il presidente Trump è probabilmente il presidente più ossessionato dai media e dalla televisione della storia, costantemente in una caustica battaglia avanti e indietro con la stampa guidata da Twitter.



È una dinamica che ha creato un legame speciale tra Trump e la CNN, Fox News e MSNBC, le reti via cavo che guarda giorno e notte. Conduttori e i loro produttori su programmi visti da Trump comeIl fattore O'Reillysu Fox News eBuongiorno Joesu MSNBC stanno guidando l'agenda nazionale, anche se l'amministrazione tenta di usare la stampa come un sacco da boxe. Le valutazioni sono forti. Le notizie via cavo sono di nuovo rilevanti ai massimi livelli di potere - e gli attori chiave lo sanno.

Questi sono i nuovi giorni d'oro per le notizie via cavo.



Trump è un avido telespettatore. È un prodotto della televisione. Ama la televisione. È la sua prima fonte di interesse, ha detto a estilltravel News, l'ex conduttore della CNN Larry King, amico di Trump da 35 anni.



Per il business delle notizie via cavo, non sarebbe potuto arrivare in un momento migliore. Le abitudini di consumo dei media sono cambiate rapidamente negli ultimi anni. I consumatori stanno tagliando il cavo, rappresentando una forte minaccia per il futuro dell'intera industria della pay-TV. Gli spettatori più giovani, un ambito demografico ambito per gli inserzionisti, non guardano più la tradizionale televisione lineare a favore dei loro smartphone.

Ora, con un presidente delle notizie via cavo, l'industria è stata resuscitata da un formato stantio e obsoleto in una componente cruciale nella comprensione delle decisioni politiche prese alla Casa Bianca.

La prova è nei tweet. Il mese scorso, dopo un segmento di Bill O'Reilly sulla violenza armata a Chicago, Trump ha pubblicato le stesse statistiche per evidenziare la carneficina. Pochi minuti dopo che un segmento di Fox News ha descritto Chelsea Manning – la cui pena detentiva è stata commutata dal presidente Obama – come un traditore, Trump ha twittato lo stesso descrittore. Il 10 febbraio, Trump twittato una citazione da Lawfare riguardante l'opinione del 9° Circuito sul rifugiato e sul divieto di viaggio pochi minuti dopoBuongiorno Joelo fece lampeggiare sullo schermo.



Sta guardando. Sappiamo che sta guardando. Gli diciamo cosa pensiamo che debba sistemare quando sbaglia, ha detto una fonte di produzione di MSNBC.

I post di Trump su Twitter sono stati per qualche tempo direttamente legati a ciò che sta guardando via cavo (anche, notoriamente, altri spettacoli di intrattenimento che lo prendono in giro come quelli della NBCSabato sera in diretta). Ma in un'amministrazione dove ci sono i suoi consiglieri rimescolando ogni giorno per plasmare la politica che quadra con i suoi tweet a tarda notte e al mattino presto, come ilNew York Timesriportato, la dieta dei media del cavo di notizie del presidente ha assunto un grave significato.

In effetti, la televisione sta rapidamente diventando un modo fondamentale per piegare l'orecchio del presidente e i programmi che Trump guarda sono stati persino in grado di farlo aumentare le loro tariffe pubblicitarie ,Politicosegnalato. Fonti di rete affermano che stanno programmando con l'idea in mente che Trump potrebbe guardare. Allo stesso modo, le interviste con funzionari dell'amministrazione come Stephen Miller e Kellyanne Conway sembrano sempre più come se gli aiutanti avessero un pubblico designato di uno.



L'influenza di Scarborough di MSNBC - chi era criticato durante tutta la campagna per la sua relazione tra amici con Trump, si è manifestata soprattutto nei primi giorni dell'amministrazione.

Ex deputato repubblicano della Florida, Scarborough ha sostenuto in onda che, quando si tratta dei migliori aiutanti di Trump, Miller è in un viaggio di potere e Steve Bannon tira davvero le fila. Quella posizione, secondo la fonte di MSNBC, ha lo scopo di inviare un messaggio direttamente a Trump, che evidentemente lo ha sentito forte e chiaro. Io chiamo i miei colpi, in gran parte basati su un accumulo di dati, e tutti lo sanno, Trump twittato dopo uno dei commenti di Scarborough. Alcuni FAKE NEWS media, per emarginare, mentono!

Nell'era di Internet dei media frammentati e delle comunicazioni dirette che non passano attraverso la stampa come intermediario, il comportamento dei media [di Trump] è come se fosse il 1988. A parte Twitter. Twitter è l'eccezione, ha affermato Andrew Tyndall, editore del Tyndall Report, che monitora le notizie della rete televisiva. È sicuramente una creatura dei media mainstream.

Il rapporto di amore-odio di Trump con la stampa è stato messo in mostra due settimane dopo il giorno delle elezioni, quando Trump ha riunito i migliori dirigenti dei notiziari televisivi e i presentatori di rete per un incontro segreto in cui ha rimproverato in modo aggressivo la stanza dei membri dei media sbalorditi per la disonestà che ha percepito in copertura per tutta la campagna.

Dopo l'incontro, i fotografi della CNN sono rimasti nella Trump Tower per scatta il ritratto di copertina per il libro della CNN riguardo all'elezione. Lì, Trump ha rapidamente abbandonato il tono combattivo, secondo tre persone che hanno familiarità con la questione. Quando il capo della CNN Jeff Zucker si è fermato, Trump gli ha detto che mentre le circostanze lo costringevano a essere duro nella sessione precedente, sperava che Zucker capisse, secondo una delle persone che avevano familiarità con l'incontro.

Un portavoce della Casa Bianca non ha risposto alle richieste di commento per questa storia. Due fonti della CNN hanno affermato di non essere a conoscenza dello scambio specifico di Trump con Zucker.

Nelle settimane successive all'incontro post-elettorale con dirigenti e presentatori televisivi, la battaglia pubblica del presidente con i media, e in particolare con la CNN, si è intensificata. Il mese scorso, ha detto Zucker della CNNNew Yorkrivista che non aveva parlato con Trump tra più di un mese . Fonti della CNN hanno affermato che Zucker non comunica direttamente con Trump da tempo.

New Yorkha anche riferito che Trump si sente personalmente tradito perché crede di aver aiutato a far ottenere a Zucker il lavoro alla CNN dopo che i due sono stati amichevoli durante i loro giorni alla NBC (un'idea che le fonti della CNN negano con veemenza).

Ciò che sembra vero è che Trump crede che i media gli abbiano un debito di gratitudine data la sua capacità (spesso abbellita) di generare valutazioni forti. Le reti di notizie via cavo hanno ottenuto cifre enormi lo scorso anno e altri dirigenti hanno utilizzato il ciclo politico selvaggio come un modo per spiegare le proprie carenze di rating su cose come le Olimpiadi e il calcio NFL.

Le accese campagne presidenziali sono in genere un vantaggio per le reti di notizie via cavo, ma la transizione selvaggia di Trump e i primi giorni in carica hanno continuato ad aumentare le valutazioni del 2017 rispetto all'ascesa di Obama alla Casa Bianca otto anni fa.

A gennaio, Fox News ha avuto una media di circa 3 milioni di telespettatori nella sua line-up di spettacoli in prima serata favorevoli a Trump, rispetto ai 2,2 milioni del 2009, quando Barack Obama è entrato in carica, secondo Nielsen. MSNBC ha registrato una media di circa 1,3 milioni, rispetto a 1 milione nel 2009, mentre la CNN è leggermente in calo: 1,26 milioni rispetto a 1,33 milioni nel 2009 (la CNN ha avvertito che l'inaugurazione del 2009 è stata una giornata di ascolti particolarmente forte per la rete). Anche il segretario stampa Sean Spicer's i briefing con la stampa stanno attirando grandi ascolti diurni , battendo saponette comePoliclinicoeL'audace e il bello, ilNew York Timessegnalato.

I dirigenti della rete non si aspettano che le valutazioni del 2017 siano in grado di eguagliare il 2016, che aveva un calendario accatastato di dibattiti, primarie e convegni. Ma le reti credono che la frenetica amministrazione di Trump continuerà ad aiutare le loro cifre quest'anno e, a differenza della campagna - in cui Trump potrebbe attirare l'attenzione dalle telecamere con manifestazioni roboanti - tutto ciò che fa ora sarà coperto dalle reti indipendentemente dal fatto che conceda loro l'accesso o manda in onda i suoi surrogati.

Nel frattempo, la preoccupazione personale di Trump per le notizie via cavo non mostra alcun segno di cedimento, nonostante i rapporti secondo cui gli aiutanti hanno cercato di limitare il suo tempo in TV. E Trump, un prodotto della cultura dei tabloid di New York, esperto nello sparring con i membri della stampa pubblicamente mentre li persuade dietro le quinte, potrebbe semplicemente non essere in grado di aiutare se stesso.

Ha la pelle sottile, ma adora il suo nome sui giornali, ha detto King. Il Donald che conosco ha sempre voluto essere a pagina 6 delNew York Post. È la prima cosa a cui si rivolgeva ogni giorno per vedere se il suo nome era lì. Pagina 6 era una cosa. Ora è in prima pagina in tutto il mondo, ma potrebbe avere ancora una mentalità.