Achilles Macris è il prossimo nell'inchiesta 'London Whale'?

Quando la sottocommissione permanente per le indagini del Senato ha scritto il suosono stati addebitati oggicon cospirazione, frode telematica e false dichiarazioni mentre Iksil era un co-cospiratore senza nome che si è assicurato un accordo di non persecuzione. Macris, tuttavia, non è stato nominato o accusato.



Macris ha iniziato a lavorare per JPMorgan nel 2006 ed è passato al CIO nel 2007. All'epoca delle operazioni di 'London Whale', era a capo dell'ufficio londinese del CIO e uno dei vicedirettori di Ina Drew. Nel 2010 e nel 2011, secondo i documenti pubblicati dalla commissione del Senato, Macris ha guadagnato poco meno di 32 milioni di dollari.

Nella testimonianza di Drew davanti al Sottocomitato Permanente, ha affermato che Macris aveva 'la responsabilità di supervisione per i libri di cassa e sintetici'. Il rapporto del Senato afferma che 'ha supervisionato direttamente il portafoglio crediti sintetico' che è stato la fonte delle enormi perdite all'inizio del 2012. Macris è stato licenziato a luglio insieme a Martin-Artajo e Iksil. Preet Bharara, il procuratore degli Stati Uniti per il distretto meridionale, ha affermato oggi che 'rimane aperto' e quindi 'ci sono altre persone che rimangono sotto inchiesta'.



Ma secondo l'indagine del Senato e la denuncia penale, Macris era al centro dell'ufficio che ha eseguito e poi presumibilmente cercato di coprire i disastrosi traffici. Nella denuncia, i pubblici ministeri sostengono che Martin-Artajo abbia detto a Grout di contrassegnare le negoziazioni di derivati ​​in quello che è stato chiamato il portafoglio di credito sintetico a causa delle pressioni dei suoi superiori sulla performance in calo del portafoglio all'inizio del 2012.



Il 31 gennaio, quando le perdite hanno iniziato a crescere, secondo la denuncia, Macris ha inviato a Martin-Artajo un'e-mail dicendo che aveva bisogno di 'discutere del libro sintetico' e che la sua 'performance finanziaria era preoccupante'. La denuncia afferma che Martin-Artajo era 'soggetto a un controllo continuo e crescente da parte dei dirigenti più anziani di lui'.

Un mese dopo, il 1° marzo, Macris ha inviato un'altra e-mail a Martin-Artajo, dicendogli che doveva 'concentrarsi sui parametri e sul P+L [profitti e perdite] del libro sintetico'. Ha anche detto a Martin-Artajo che se avessero effettivamente ridotto la dimensione dei traffici, non sarebbero stati 'in grado di difendere le nostre posizioni'. Macris ha anche scritto che 'sarebbe importante concentrarsi sul P+L'.

Fu a questo punto, sostengono i pubblici ministeri, che Martin-Artajo disse a Iksil e Grout di 'non mostrare ulteriori perdite' sulle operazioni di derivati ​​se fossero dovute solo alle fluttuazioni del mercato. La denuncia sostiene inoltre che Martin-Artajo ha affermato che queste nuove istruzioni erano ciò che il senior management della banca voleva, il che avrebbe implicato non solo Macris, ma anche Ina Drew, che era a capo del Chief Investment Office. Per tutto il mese di marzo, la differenza tra i prezzi standard dei derivati ​​ei prezzi riportati da Grout e Martin-Artajo è salita a centinaia di milioni secondo le accuse svelate oggi.



Negli altri casi di criminalità dei colletti bianchi di alto profilo del Distretto Meridionale, come le indagini sull'insider trading presso gli hedge fund Galleon e SAC Capital, la loro strategia è stata quella di raggiungere i dipendenti di livello inferiore e convincerli a capovolgere i loro superiori. Finora, si erano già assicurati la collaborazione di Iksil nel lanciare sui dipendenti sia sopra che sotto di lui. La denuncia non sigillata attestava che le informazioni fornite loro erano 'esatte e affidabili' e coerenti con altri documenti ottenuti.

In una dichiarazione , April Brooks, un agente speciale in carica per la divisione criminale dell'FBI, ha affermato che i due commercianti, Martin-Artajo e Grout, stavano 'cedendo alle pressioni del Chief Investment Officer di JP Morgan' che portavano i due 'a manipolare le posizioni nel loro libro per mostrare perdite minori di quelle effettivamente avvenute.'