Lo scrittore di media Michael Wolff sta facendo acquisti intorno a un libro di Trump, dicono le fonti

Piscina/Getty Images

Il critico veterano dei media Michael Wolff sta facendo acquisti in giro per un libro sull'amministrazione Trump, hanno detto a estilltravel News due fonti che hanno familiarità con il passo.



Wolff, ha detto una fonte, sta cercando di convincere la Casa Bianca a concedergli l'accesso al libro. Poche settimane fa, è stato visto pranzare al sbiadito pranzo mediatico di Manhattan da Michael's con il consigliere speciale del presidente Kellyanne Conway, che ha fatto girare la testa anche in un ristorante noto per gli avvistamenti di stelle.

Wolff di recenteal centro della scena nella nuova amministrazione.



Wolff non ha restituito più richieste di commento.



Wolff, un cronista dei media incline alle controversie, ha una storia di garantire un accesso senza precedenti ai suoi soggetti, anche se non sempre a loro piace il risultato. Wolff ha avuto ampio accesso a Rupert Murdoch per la sua biografia del 2008L'uomo che possiede le notizie. Prima della pubblicazione, il miliardario magnate dei media ha contestato parti del libro di Wolff , ilNew York Timessegnalato a suo tempo.

Wolff, che ha creato il sito di web curation Newser nel 2007, è diventato più recentemente un critico frequente dei nuovi media digitali, incluso estilltravel. Il suo libro del 2015La televisione è la nuova televisioneha sostenuto la forza duratura delle società di media tradizionali di fronte ai nuovi concorrenti digitali.

Negli ultimi anni, la scrittura mediatica di Wolff è apparsa nelReporter di Hollywood,Rivista Town & Country,USA Oggi,eGQ britannico. Alcuni anni fa, ha avuto un breve e controverso periodo come direttore editoriale diAdweek, lasciando dopo aver cercato di iniettare la pubblicazione di annunci commerciali con più copertura mediatica rivolta al consumatore .



Mentre ilNew York Times una volta descritto Wolff è sinceramente detestato, ha un talento per rompere storie su personaggi potenti. Ora ha evidentemente rivolto la sua attenzione alla politica e a Trump. A novembre, Wolff ha detto in un'intervista che a gran parte del lavoro dei giornalisti è pura stenografia , un'osservazione che ha ricevuto un notevole contraccolpo su Twitter.

Domenica, Wolff apparso sulla CNN e ha criticato i media per 'aver avuto un esaurimento nervoso' mentre copriva Trump, sebbene riconoscesse che l'amministrazione Trump è una grande storia per i giornalisti. 'Ecco perché, come tutti noi, ci passo ogni giorno', ha detto.