Le persone continuano a essere trascinate fuori dall'udienza di conferma di Jeff Sessions

Kevin Lamarque / Reuters

WASHINGTON - Prima ancora che iniziasse l'udienza di conferma per il senatore dell'Alabama Jeff Sessions, i manifestanti venivano cacciati dall'udienza per interruzioni.



A meno di un'ora dall'inizio dell'udienza, la polizia del Campidoglio degli Stati Uniti ha fatto fuori un totale di sette manifestanti.

Altri quattro manifestanti sono stati allontanati dopo che l'udienza è stata riconvocata dopo una pausa per il pranzo. Un manifestante potrebbe essere sentito gridare Senator Sessions, sei razzista, e in seguito ha urlato che le vite dei neri contano, mentre veniva portato fuori.



Due uomini vestiti da membri del Ku Klux Klan sono stati espulsi all'inizio. Poco prima dell'inizio dell'udienza, si sono alzati in piedi e hanno iniziato a gridare alle sessioni con un finto sostegno. Mentre venivano rimossi, si poteva sentire gridare: 'Non puoi arrestarmi, sono bianco. I bianchi non possono essere arrestati!'

video-cdn.estilltravel.com



Le sessioni hanno ripreso le sue osservazioni dopo ogni interruzione e non si sono rivolte ai manifestanti.

Intorno alle 11:30, altri quattro manifestanti sono stati eliminati in due manifestazioni consecutive. Ogni volta, i manifestanti gridavano una variazione di 'No Trump, no KKK, no USA fascista'. La seconda volta, il senatore Jeff Sessions stava rispondendo a una domanda su come si sentiva ad essere accusato di razzismo.

Il gruppo RefuseFascism.org, che sta tenendo una manifestazione il 14 gennaio a Washington per opporsi all'amministrazione Trump in arrivo, ha rivendicato la responsabilità dell'organizzazione delle proteste 'No Trump' durante l'udienza di Sessions.

estilltravel Notiziesu Twitter.