Un leader religioso accusato di aver fatto sesso con un seguace affronta anche accuse di poligamia

Justin Clemons

Zia Ul-Haq Sheikh



Un religioso musulmano che è stato espulso da almeno due moschee a causa di accuse di cattiva condotta sessuale con giovani donne di cui aveva fatto da mentore, ora lavora in una moschea del Texas che è al suo fianco nonostante l'avvertimento di un ex datore di lavoro e una causa civile.

Il Grand Prairie Islamic Center in un sobborgo di Dallas ha organizzato una cena di benvenuto per l'assunzione dell'Imam Zia Ul-Haq Sheikh ad agosto e ha incoraggiato i membri della moschea a portare le loro famiglie. La celebrazione è arrivata mesi dopo che una moschea nella vicina Irving ha emesso un avviso senza precedenti per i leader musulmani in tutto il paese, avvertendo che a Sheikh è stato chiesto di dimettersi dopo che una giovane donna ha riferito che l'imam aveva avuto una cattiva condotta sessuale con lei.



La donna, un'adolescente che aveva consigliato da quando aveva 13 anni, ha intentato una causa a luglio sostenendo che Lo sceicco l'ha costretta a fare sesso con lui in un motel del Texas dopo anni di adescamento, comprese richieste oscene tramite chat video. Le sue affermazioni sono state al centro di un'indagine di FACE, una nuova organizzazione no profit con sede in Texas guidata da donne musulmane che difendono i diritti delle vittime in casi di cattiva condotta in contesti islamici. I risultati di FACE, riportati per la prima volta da estilltravel News a ottobre, provenivano da testimonianze che tessevano uno schema: lo sceicco sarebbe arrivato in una moschea come un imam accolto, quindi se ne sarebbe andato bruscamente tra accuse di scorrettezza.



Ora estilltravel News ha confermato che due decenni prima dell'arrivo in Texas di Sheikh, è stato licenziato da una moschea a Richmond, in Virginia, nel bel mezzo di uno scandalo di poligamia che coinvolgeva una giovane donna convertita. Un membro della comunità coinvolto nell'uscita di Sheikh ha confermato le accuse, dettagliate per la prima volta nel rapporto FACE, a estilltravel News.

L'avviso. La causa. L'indagine durata un anno che ha portato alla luce rivendicazioni precedenti. I titoli. Niente di tutto ciò ha convinto la moschea Grand Prairie a interrompere i rapporti con Sheikh, che rimane un impiegato part-time. Niente di tutto ciò ha indotto altri leader musulmani dell'area di Dallas a chiedere la sua cacciata. La risposta in sordina, ha affermato la cofondatrice di FACE Alia Salem, è un promemoria del lavoro necessario per cambiare la cultura del silenzio in molte istituzioni musulmane statunitensi quando si tratta di accuse in stile #MeToo.

estilltravel News ha confermato che due decenni prima che Sheikh arrivasse in Texas, è stato licenziato da una moschea a Richmond, in Virginia, nel bel mezzo di uno scandalo di poligamia.

È un'indicazione della battaglia in salita che abbiamo, ha detto Salem. È un seme che stiamo piantando e sappiamo che ci vorrà molto tempo. Forse anche 10, 20 anni prima di iniziare a vedere un cambiamento significativo e significativo.



L'avvocato dello sceicco, Hershel Chapin, non ha risposto a un'e-mail in cerca di commenti. In precedenza, ha detto che non avrebbe commentato le affermazioni legate alle precedenti moschee dello sceicco. Per quanto riguarda la causa pendente, ha detto Chapin, lo sceicco è fiducioso che le prove stabiliranno che la causa contro di lui è priva di fondamento.

La moschea di Grand Prairie ha rinviato le domande al suo avvocato, Charles Swift, direttore del Centro di diritto costituzionale per i musulmani in America. Swift ha affermato che il consiglio della moschea ha deciso di mantenere lo sceicco nel personale, salvo che la prova delle affermazioni in tribunale. Swift ha detto che la moschea di Grand Prairie ha eseguito un accurato controllo dei precedenti e non era a conoscenza di alcuna accusa di cattiva condotta contro lo sceicco quando lo ha assunto ad agosto, anche se otto mesi prima la moschea di Irving aveva rilasciato una lettera che descriveva in dettaglio le circostanze delle dimissioni forzate dello sceicco da lì. Swift non ha voluto dire se la moschea avesse visto la lettera, ma ha detto che il consiglio ha successivamente appreso della causa relativa alle accuse di cattiva condotta.

Quando è stato chiesto se i leader della moschea avessero il dovere di informare le famiglie delle affermazioni contro un imam, Swift ha affermato che il consiglio non ha ricevuto lamentele durante il periodo di Sheikh a Grand Prairie e che aspetterà l'esito della causa prima di prendere in considerazione ulteriori azioni.



Prendono le precauzioni molto seriamente e prendono molto sul serio anche il giusto processo, ha detto Swift.

Il rapporto FACE è nato a causa delle affermazioni della donna texana, conosciuta solo come Jane Doe nei documenti del tribunale. Salem si è recata nelle moschee di tutto il paese per le indagini, seguendo suggerimenti che l'hanno portata a scoprire affermazioni simili che hanno preceduto le partenze di Sheikh dai precedenti lavori. estilltravel News ha confermato in modo indipendente le circostanze della rimozione dello sceicco da Irving e Richmond.

Dal primo rapporto di estilltravel News, un membro di lunga data della comunità musulmana di Richmond ha confermato la rimozione da parte della moschea locale di Sheikh, che era venuto dall'Inghilterra per servire come imam lì negli anni '90. Il membro della comunità era tra coloro che hanno affrontato lo sceicco e gli hanno chiesto di andarsene dopo che i funzionari della moschea hanno appreso che aveva segretamente sposato una seconda moglie, una giovane convertita a cui l'imam stava insegnando. Ha parlato a condizione di anonimato perché la questione rimane tabù da discutere anche due decenni dopo.

L'idea era: andatevene e basta. E prendi un mese di paga, due mesi di paga, qualunque cosa fosse. Quella era la mia unica commedia, quella era la fine della storia, ha ricordato il membro della comunità. Abbiamo parlato e lui ha accettato di andare.

Lo scandalo sarebbe stato devastante per un gruppo di immigrati musulmani che cercavano di mettere radici a Richmond, ha detto il membro della comunità. E, ha aggiunto, anche se la donna coinvolta era un'adulta, le persone erano a disagio con il modo in cui la guida religiosa si sarebbe trasformata in una storia d'amore segreta e poligama. Tuttavia, i funzionari della moschea non hanno ritenuto che la violazione fosse abbastanza grave da mettere in guardia altri centri islamici dopo aver chiesto allo sceicco di dimettersi. Non c'era un vero meccanismo per, comunque - questo era intorno al 1996, proprio quando Internet stava iniziando a connettere le comunità musulmane a ventaglio della nazione.

Oggi, dicono gli attivisti, le vecchie scuse per non denunciare non volano. FACE è tra una manciata di nuove campagne incentrate sui musulmani che chiedono maggiore trasparenza nelle denunce di cattiva condotta; un altro, In Shaykh's Clothing, afferma di aver esaminato più di 20 segnalazioni di matrimoni segreti e cattiva condotta sessuale negli ultimi quattro anni. Tutti questi sforzi stanno lottando su come portare responsabilità nel rispetto delle tradizioni islamiche di gestire i problemi senza dare spettacolo.

Salem ha ammesso la frustrazione per le conseguenze del rapporto dello sceicco. Tuttavia, ha detto, sono passati solo un paio di mesi da quando FACE ha pubblicato i suoi risultati e nessuno si aspettava un cambiamento dall'oggi al domani. Il suo focus ora è sulle quattro indagini attive di FACE e altre tre nelle prime fasi. Dal suo lancio nel maggio 2017, Salem ha affermato che FACE ha ricevuto un totale di 30 segnalazioni di cattiva condotta che i membri dello staff stanno esaminando.