La sospensione di uno studente universitario per un tweet virale è stata revocata

facebook.com

Uno studente dell'Università della Florida centrale, Nick Lutz, che ha combattuto contro la decisione della scuola di sospenderlo dopo aver twittato l'immagine di una lettera di scuse della sua ex ragazza, è stato revocato.



In una lettera dell'Ufficio del vicepresidente e preside degli studenti dell'UCF, twittata mercoledì sera dall'avvocato di Lutz, gli amministratori hanno affermato che mentre la vittima segnalata – uno studente delle superiori con l'intenzione di frequentare l'UCF in futuro – ha sperimentato un notevole disagio emotivo… non può concludere che il suo disagio sia dovuto al tuo post originale piuttosto che alla successiva attenzione che il tuo post ha attirato.

L'ufficio ha passato il caso all'Ufficio per la condotta degli studenti per un'udienza con nuove accuse, se vengono identificate accuse appropriate, e ha revocato le attuali sanzioni contro Lutz.



#JacobVStuart @JacobVStuart

LA GIUSTIZIA E' SERVITA! Congratulazioni a @NickLutz12!

09:05 - 19 luglio 2017 rispondere Retweet Preferito



Il tweet di Lutz sulla sua ex ragazza – in cui annotava e valutava una lettera scritta a mano che lei gli aveva lasciato – è diventato virale a febbraio, ricevendo più di 120.000 retweet. L'università ha poi affermato che il tweet ha violato le regole del suo manuale che vieta il bullismo.

Lutz ha presentato ricorso contro l'azione disciplinare per motivi di libertà di parola, ha detto in a Post di Facebook martedì. 'Condivido questa storia per avvisare tutti, compresi gli oltre 60mila studenti dell'UCF, che la nostra scuola sta decidendo quali post gli piacciono e quali non gli piacciono', ha scritto. 'Dovremmo essere tutti spaventati e resistere a questo tipo di azione'. La cronaca dell'istruzione superiore ha riferito per la prima volta l'appello.

'Nei casi di condotta degli studenti in cui c'è una significativa attenzione del pubblico, l'UCF ha la possibilità di chiedere allo studente coinvolto di rinunciare al proprio FERPA [Family Educational Rights and Privacy Act] in modo che possa emergere un quadro più chiaro. Se lo studente rifiuta di rinunciare a tali diritti, l'università non è in grado di discutere il caso', ha dichiarato mercoledì l'università a estilltravel News.

Nick Lutz @NickLutz12

Quando il tuo ex ti scrive una lettera di scuse, quindi la valuti per rispedircela

06:05 PM - 17 Feb 2017 rispondere Retweet Preferito



Secondo i documenti pubblicati su Facebook da Lutz, l'università lo ha ritenuto responsabile di comportamenti dirompenti e comportamenti dannosi come indicato in il codice di condotta dello studente, che vieta comportamento di qualsiasi tipo (incluso il comportamento comunicativo) diretto a un altro, che sia grave, pervasivo o persistente e sia di natura tale da causare a una persona ragionevole nella posizione del bersaglio un notevole disagio emotivo' o 'minare la sua capacità di lavorare, studiare o partecipare alla vita universitaria o ad attività regolari» o «che metterebbero una persona ragionevole nel timore di lesioni o morte.

In una lettera all'università, l'avvocato di Lutz, Jacob Stuart, ha definito la sospensione un precedente pericoloso e ha affermato che Lutz stava impugnando la decisione. Stuart ha sostenuto che l'azione disciplinare ha violato i diritti del Primo Emendamento di Lutz.



La portavoce dell'UCF Courtney Gilmartin ha detto mercoledì al Miami Herald che il ricorso era ancora all'esame. 'È importante capire che il processo in questo caso potrebbe non essere ancora completo', ha affermato.

Visualizza questo post su Facebook

Facebook: nick.lutz.967

Ari Cohn, un avvocato della Foundation for Individual Rights in Education, un gruppo di sostegno che ha sostenuto Lutz, ha affermato che poiché la lettera è stata scritta da qualcuno che non era uno studente, rende più difficile per l'UCF affermare che il tweet è rilevante per la comunità scolastica.

'È davvero compito dell'università controllare il discorso degli studenti, non importa dove sia fatto?' disse Cohn.

La donna destinataria della lettera, che non viene nominata, ha anche presentato una denuncia per cyberbullismo all'ufficio dello sceriffo della contea di Volusia.

'Sulla base delle dichiarazioni rilasciate e delle prove osservate, il vice [Kendra] Shields ha stabilito che non è stato commesso alcun crimine', si legge nel rapporto sull'incidente, ottenuto da estilltravel News. 'Il vice Shields non ha osservato minacce o linguaggio dispregiativo nelle correzioni [alla lettera]; tuttavia, [l'autrice della lettera - nome censurato] ha informato che altri titolari di account Twitter hanno fatto commenti sul post che le hanno causato 'sostanziale disagio emotivo'.

estilltravel News ha contattato Twitter per un commento.

in an intervista all'emittente televisiva locale WFTV 9 , Lutz ha affermato che il suo intento non era quello di esporre la donna e che il tweet è iniziato come uno scherzo, che la gente ha trovato 'divertente' e 'riconoscibile'.

Il tweet rimane bloccato nella parte superiore del suo feed Twitter a partire da giovedì.