Questa pop star di Hong Kong ha detto ai manifestanti di rimanere forti contro le tattiche intimidatorie cinesi

Manan Vatsyayana/AFP/Getty Images

I manifestanti pro-democrazia manifestano contro la brutalità della polizia e il controverso disegno di legge sull'estradizione all'aeroporto internazionale di Hong Kong, il 12 agosto.



HONG KONG — Tra gli applausi e la folla di manifestanti che avvertono i viaggiatori della discesa nel caos dell'aeroporto di Hong Kong, la star di Cantopop e attivista Denise Ho si trovava nella hall degli arrivi vestita con una camicia di jeans, scattando foto della scena sul suo telefono.

Abbiamo visto aumentare la brutalità della polizia, le loro tattiche stanno andando ancora più lontano di quanto è successo negli ultimi due mesi, Ho, che ha detto di essere all'aeroporto per sostenere i manifestanti, ha detto a estilltravel News.



Con una mossa senza precedenti, tutti i voli in partenza dall'aeroporto – uno dei più trafficati al mondo – sono stati cancellati lunedì mentre i manifestanti hanno riempito il terminal per il quarto giorno consecutivo.



In rete circolavano voci secondo cui la polizia avrebbe potuto liberare l'aeroporto, spingendo flussi di manifestanti a lasciare l'aeroporto intorno alle 18:00. autorità cinesi avvisato lunedì che le proteste del fine settimana hanno mostrato i primi segni di terrorismo, aggiungendo un po' di peso alle loro paure. Ma centinaia sono rimasti indietro, lasciando la sala arrivi punteggiata dalle tipiche camicie nere dei manifestanti.

Fabrice Coffrini/AFP/Getty Images

La cantante cantopop Denise Ho parla prima di rivolgersi al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite a luglio.

Ho, un nome importante a Hong Kong Scena musicale cantopop , ha affermato di aver deciso di rimanere, ritenendo che i rapporti fossero solo voci intese a disperdere i manifestanti e ha chiesto che i manifestanti non si lasciassero influenzare.



Se ci spaventiamo così facilmente, sarà così facile per la polizia separarci. Dobbiamo essere forti e restare uniti, ha detto Ho. È così facile diffondere la paura, ed è così che il Partito Comunista manipola tutti.

La pop star è stata una sostenitrice di lunga data del movimento pro-democrazia a Hong Kong, ed è stata arrestata cinque anni fa durante il Movimento degli ombrelli, la più recente e importante spinta pro-democrazia della città fino ad ora.

Dovremo esercitare ancora di più la nostra creatività e intelligenza e pensare a modi diversi per paralizzare il loro sistema, ha detto. Ha aggiunto che riteneva che la decisione di concentrarsi sull'aeroporto, portando le autorità a cancellare più di 130 voli, sia stata una grande mossa. Anche decine di voli programmati per arrivare a Hong Kong sono stati cancellati.



Mentre i voli continuavano ad arrivare per tutta la notte, i manifestanti hanno distribuito volantini con le foto di coloro che erano stati feriti nelle proteste più recenti. Alcuni stavano con i loro laptop aperti, riproducendo video di persone che erano state arrestate con la forza, i loro volti spinti a terra e sanguinanti.

I canti di Non fidarsi della polizia di Hong Kong hanno accolto coloro che arrivavano. E i segnali hanno avvertito i viaggiatori che la polizia potrebbe spararti gas lacrimogeni in faccia, indipendentemente dal fatto che tu sia un manifestante o meno.

Benvenuto all'inferno. Hong Kong non è più sicura, leggi un altro cartello.

Manan Vatsyayana/AFP/Getty Images

Molti altri abitanti di Hong Kong nell'hub di viaggio hanno fatto eco a Ho e hanno detto a estilltravel News di sentirsi motivati ​​a uscire allo scoperto dall'ulteriore escalation di violenza durante il fine settimana, appena una settimana dopo uno sciopero in tutta la città. Una donna è stata colpita all'occhio da un sacco di fagioli mentre la polizia ha anche sparato gas lacrimogeni direttamente in diverse stazioni della metropolitana. Gli agenti di polizia sono stati anche accusati di spacciarsi per manifestanti.

Quello che è successo la scorsa notte è puro male. Uccideranno qualcuno con quelle tattiche, ha detto Chester Tsang, un manifestante di 26 anni che era all'aeroporto lunedì sera.

Tuttavia, mentre la notte passava e non appariva la polizia, la folla rimaneva in gran parte cordiale. Con i negozi chiusi, i manifestanti hanno girato intorno a carrelli di solito destinati a grandi valigie che avevano riempito con snack, acqua e panini Filet-O-Fish da McDonald's.

I manifestanti hanno oziato sul pavimento della sala arrivi per tutta la sera, in attesa dell'atterraggio di nuovi voli per poter rinnovare i loro canti e avvertimenti.

Un altro giro di cori è andato: Combatti per la libertà, stai con Hong Kong.

Non credo che siamo in un momento in cui qualcuno può davvero sapere cosa accadrà dopo, ha detto Ho. Questa è una situazione assolutamente nuova, anche per la Cina.

Un comunicato stampa ha detto che l'aeroporto riprenderà le operazioni alle 6 del mattino, ma poiché la folla ha iniziato a diradarsi dopo la mezzanotte dopo l'atterraggio dell'ultimo volo, molte persone hanno affermato che sarebbero semplicemente tornate domani.

Maggiori informazioni sulle proteste di Hong Kong