Una donna dice che gli assistenti di volo della United hanno fatto battute dopo che un uomo si è masturbato accanto a lei su un volo

Genevieve Pascolla



Una donna su un volo della United Airlines dall'aeroporto di Londra Heathrow a Chicago dice che gli assistenti di volo hanno scherzato dopo che un uomo seduto accanto a lei ha iniziato a masturbarsi.

'Su questo volo l'uomo accanto a me ha iniziato a masturbarsi', ha scritto Genevieve Pascolla, una fotografa di 26 anni di Chicago, su un post su Instagram che includeva un video che mostrava presumibilmente la masturbazione avvenuta sotto una coperta sul volo del 4 giugno.

Pascolla ha detto di aver svegliato la donna seduta accanto a lei e poi ha avvisato gli assistenti di volo delle azioni dell'uomo. Gli sono stati dati nuovi posti, ma poi Pascolla dice che gli assistenti di volo hanno iniziato a fare battute dopo che lei ha raccontato loro come ha avuto un'esperienza simile sui mezzi pubblici.



'Poi hanno iniziato a fare battute sulla situazione chiedendo: 'Che profumo indossi?' e scusandolo dicendo: 'Ha bevuto un po' di vino', scrisse Pascolla.

Pascolla ha anche affermato che all'uomo è stato 'permesso di finire, con un bambino seduto vicino'.

'Scusavano il suo comportamento disgustoso e facevano battute', ha detto Pascolla a estilltravel News. 'Capisco che non puoi controllare la situazione, ma puoi controllare come gestirla.'



Maddie King, un portavoce di United Airlines, ha dichiarato a estilltravel News in una dichiarazione che la 'condotta inappropriata e offensiva come questa' è estremamente rara sui loro aerei, 'ma abbiamo un protocollo per garantire la sicurezza dei nostri clienti perché è la nostra massima priorità'. '

'Ecco perché, in questo caso, i nostri clienti sono stati prontamente spostati in posti diversi in una sezione diversa dell'aereo e le forze dell'ordine sono state convocate in anticipo per incontrare l'autore quando l'aereo è entrato nel gate', ha detto il portavoce, aggiungendo che hanno dato a Pascolla 'compensazione come gesto di buona volontà' e l'hanno chiamata lo stesso giorno in cui è arrivata per un 'controllo del benessere'.

Dopo l'atterraggio, Pascolla ha detto che una 'guardia di sicurezza' le ha chiesto se voleva delle scuse dall'uomo.



'Ho subito respinto la richiesta', ha scritto Pascolla.

estilltravel News ha contattato la polizia aeroportuale per ulteriori informazioni.

Pascolla ha affermato di aver ricevuto metà del suo biglietto rimborsato sotto forma di voucher dopo aver pubblicato la sua esperienza su Twitter, non dopo due reclami che ha presentato subito dopo il volo.

In risposta a tale reclamo originale, prima che fosse emesso il rimborso parziale, United le ha inviato un'e-mail, scusandosi per una 'situazione scomoda'.

CORREZIONE

17 agosto 2018, alle 22:19

Il presunto incidente è avvenuto su un volo del 4 giugno. Una versione precedente di questo post ha erroneamente indicato la data.