Una donna colpita e uccisa dalla polizia di Seattle era incinta e aveva problemi di salute mentale, dice la sua famiglia

w.soundcloud.com



La polizia di Seattle ha sparato e ucciso una donna di 30 anni, che i membri della famiglia hanno dichiarato incinta, domenica dopo aver chiamato il 911 per un possibile furto con scasso – e ora è in corso un'indagine sull'uso della forza da parte degli agenti.

La donna, che è stata identificata come Charleena Lyles, aveva un coltello e ha interagito con due agenti prima di essere colpita, secondo il dipartimento di polizia di Seattle.



Membri della famiglia disse Lyles aveva avuto problemi di salute mentale nell'ultimo anno e che era incinta di diversi mesi, cosa che estilltravel News non ha potuto confermare immediatamente. I membri della famiglia hanno anche affermato di ritenere che la razza sia stata un fattore nell'incidente: Lyles era nera e i due agenti di polizia che le hanno sparato erano bianchi.



In un video pubblicato da il Seattle Times , una donna che si è identificata come la sorella di Lyles può essere vista urlare nella telecamera sconvolta, dicendo ai giornalisti che la forza letale non era necessaria nella situazione.

'È così fottutamente alta', disse Monika Williams, mettendo la mano sotto la testa. 'Non c'è motivo per cui venga fucilata, davanti ai suoi bambini!' Williams ha detto, aggiungendo in seguito che gli agenti avrebbero potuto invece tastare Lyles.

In una trascrizione dell'audio della polizia della sparatoria, un ufficiale dice all'altro di tastare Lyles.



«Non ho un taser. Torna indietro, indietro», risponde l'altro ufficiale.

La polizia di Seattle ha confermato che due ragazzi e una ragazza, di 11, 4 e 1 anni, erano nell'appartamento al momento della sparatoria e da allora sono stati consegnati ai membri della famiglia.

Bettina Hansen @bettinahansen

Seattle polizia Det. Mark Jamieson afferma che una donna è stata colpita più volte da 2 agenti che hanno risposto alla chiamata per furto con scasso, k ... https://t.co/Jxg798zXuM

19:57 - 18 giugno 2017 rispondere Retweet Preferito



L'audio ripreso dalla dashcam dell'agente è stato rilasciato dalla polizia lunedì mattina. Nell'audio, si possono sentire gli agenti parlare di rispondere alla chiamata di furto in tandem a causa delle 'informazioni di pericolo' relative a Lyles nel sistema del dipartimento.

'Mentre i rapporti sui crimini contro la proprietà in genere richiedono l'invio di un solo agente, due agenti sono stati inviati a questa particolare chiamata di servizio a causa di una recente avvertenza di sicurezza dell'agente associata al chiamante', ha affermato il dipartimento di polizia di Seattle in una nota, spiegando perché era ha inviato due agenti sulla chiamata.

Un rapporto della polizia del 5 giugno particolari la precedente interazione tra Lyles e la polizia a seguito di una segnalazione di disordini domestici. Secondo la polizia, ha minacciato gli agenti con un grosso paio di forbici mentre rilasciava dichiarazioni irregolari. Alla fine, gli agenti hanno convinto Lyles a lasciar cadere le forbici, secondo il rapporto.

'Dopo aver parlato con la famiglia di Lyles, abbiamo appreso che Lyles ha subito un recente improvviso e rapido declino della sua salute mentale', afferma il rapporto. 'Quando abbiamo spiegato alla sua famiglia il comportamento e le dichiarazioni che Lyles ci ha fatto, sono rimasti sorpresi e ci hanno informato che non aveva avuto alcun comportamento simile a questo in passato. La famiglia di Lyles è preoccupata per lei e hanno un forte desiderio di stabilizzare le sue condizioni di salute mentale prima che peggiorino.'

Lyles è stato arrestato con l'accusa di molestie e la polizia ha raccomandato di inviare il caso al tribunale per la salute mentale.

Guarda questo video su YouTube

youtube.com

Nell'audio discontinuo di domenica, gli agenti non identificati hanno discusso della visita del 5 giugno alla residenza di Lyles, prima di salutarla e chiederle di entrare nell'appartamento.

Si sentono Lyles e gli agenti parlare del presunto furto con toni di voce normali. 'Questa borsa che avevo aperto con i miei vestiti e...' si sente dire Lyles, prima che l'audio diventi silenzioso e, a volte, impercettibile.

Improvvisamente si sente uno degli ufficiali che dice: 'Fai un passo indietro!' Si sente il pianto di un neonato o di un bambino.

Si sente la voce di una donna, presumibilmente quella di Lyles, che dice: 'Sei pronto? Figlio di puttana.'

'Abbiamo bisogno di aiuto' e 'Torna indietro! Riprendere!' si sentono dire gli ufficiali, seguiti da forti suoni di spari multipli. L'audio poi si interrompe bruscamente.

Il sindaco di Seattle Ed Murray ha affermato che l'incidente è stato una 'tragedia per tutte le persone coinvolte e sarà completamente indagato'.

Ken Lambert/The Seattle Times

Le persone partecipano a un memoriale fuori dal condominio di Charleena Lyles.

Secondo quanto riferito, circa 50 persone hanno tenuto una veglia domenica sera fuori dal complesso di appartamenti in cui è stato ucciso Lyles, con fotografie di Lyles, fiori e candele.

La sparatoria è al vaglio del Force Investigation Team del Dipartimento di Polizia di Seattle e del suo Office of Professional Accountability.