La star di YouTube Logan Paul ha detto che i genitori dovrebbero monitorare ciò che guardano i loro figli

Mike Blake / Reuters

ControversoLa star di YouTube Logan Paul, che ha più di 16 milioni di follower, ha affermato che gli ultimi mesi sono stati 'il periodo più difficile della sua vita' poiché ha perso fan eaffarisulla pubblicazione di un video che mostra un cadavere nella 'foresta dei suicidi' del Giappone.



'Sono un bravo ragazzo che ha preso una decisione sbagliata', ha detto Paul in un'intervista aBuon giorno AmericaE' Michael Strahan giovedì.

La protesta pubblica per il video della 'foresta dei suicidi' pubblicato il 31 dicembre ha portato YouTube a interrompere i legami commerciali con Logan e a rimuovere i suoi canali dal suo programma Google Preferred. La scorsa settimana, Logantornato su YouTubecon un video dedicato alla prevenzione del suicidio.



Paul ha detto che il contraccolpo al suo video della 'foresta dei suicidi' gli ha mostrato che molti membri del suo pubblico distorcono i giovani e che sarà più attento a ciò che pubblicherà in futuro. Ha anche detto che crede che i genitori abbiano la responsabilità di monitorare ciò che guardano i loro figli.



'Sarò onesto... Penso che i genitori dovrebbero monitorare di più ciò che i loro figli guardano', ha detto Paul. 'Ogni genitore che incontro i cui figli hanno meno di 9 anni o un'età di, tipo, 12, io dico, 'Ehi, lascia che i tuoi figli guardino le mie cose' e loro dicono, 'Sì, cosa farò?''

Paul, 22 anni, ha detto che non si accontenta necessariamente dei bambini in mente.

'A volte impreco. A volte faccio battute inopportune', ha detto. 'Voglio fare battute che piaceranno ai bambini della mia età... Ora dirò che sono molto più consapevole dell'impatto che le mie azioni hanno su me stesso e sugli altri'.



La megastar virale ha anche affermato che alcune delle proteste intorno al video lo hanno fatto sentire 'odiato da tutto il mondo' per la prima volta.

'E' stata dura. Perché, ironia della sorte, mi è stato detto di suicidarmi io stesso', ha detto. 'Milioni di persone mi dicono letteralmente che mi odiano [e] di morire in un incendio. Le cose più orribili e orribili».

Buon giorno America @GMA

'È stata dura... ironia della sorte, mi è stato detto di suicidarmi da solo...' -@LoganPaul a @MichaelStrahan

12:34 PM - 01 Feb 2018 rispondere Retweet Preferito



Paul ha aggiunto che crede che la sua esperienza con il video 'è avvenuta per un motivo', in particolare per poter 'prendere questa esperienza, imparare da essa, diffondere il messaggio nel modo giusto sulla prevenzione del suicidio e sulla consapevolezza della prevenzione del suicidio'.

Ha detto che la controversia ha influito sui suoi profitti - 'fa male, ma non è che sto affogando' - e che cerca di non pensare troppo ai soldi.

'Cerco di non vivere la mia vita pensando ai soldi perché i soldi non mi rendono felice', ha detto. 'Creare e rendere felici gli altri mi rende felice. Creare contenuti per far sorridere e ridere è ciò che mi rende felice.'

Paul ha affermato di rispettare la decisione di alcune aziende di non fare affari con lui, a causa dei contenuti che ha pubblicato, e di aver anche 'incontrato le persone più incredibili' quando ha appreso del mondo della prevenzione del suicidio.

'Questa è l'unica cosa di cui non mi pento di tutta questa esperienza', ha detto. 'Mi sarei perso l'occasione di stringere queste relazioni e ricevere questa educazione'.

Buon giorno America @GMA

INTERVISTA COMPLETA: La star di YouTube @LoganPaul parla, faccia a faccia con @MichaelStrahan. 'Sono un bravo ragazzo che ha fatto un ba... https://t.co/6T3KbvFbvE

12:44 PM - 01 Feb 2018 rispondere Retweet Preferito

'Una delle cose che sto imparando, che in realtà riguarda anche me, è che la crisi passa', ha aggiunto. 'La crisi passa, amico, e per chiunque soffra, penso che sia importante sapere che non sei solo.'

Nel caso di Paul, ha detto che 'non è mai stato odiato dal mondo intero ed è stato qualcosa da superare definitivamente'. Ci penserò due volte in futuro a quello che posterò. Probabilmente tre volte».